La Notte

Capitano periodi in cui trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in lunghe riunioni, al telefono, a scrivere mail, a fare sopralluoghi nei nostri cantieri ed in nuovi siti per avviarne di nuovi. Le giornate iniziano e terminano senza che ce ne si accorga e la sensazione è quella di non concludere nulla e di disperdere tempo ed energie per nulla. Anzi per meglio dire la sensazione è proprio quella di aver smesso di fare gli architetti.

Sappiamo che non è vero, che il nostro mestiere non è solo creatività ma soprattuto governo di processi e regia… tuttavia.

Poi arriva la notte… e dopo cena, si riesce per un attimo a fare pulizia da tutti i pensieri e le preoccupazioni della giornata, si prende un foglio bianco si pesca quel progetto che era fermo da un po’ e lentamente ci si rimette a fare quello che in fondo amiamo fare più di tutto, si tracciano le prime linee si provano le soluzioni. Nella quiete e nel silenzio, senza telefoni che squillano o mail che intasano la nostra casella, riusciamo ad arrivare rapidamente ad un risultato che ci fa spuntare un sorriso per quello che abbiamo fatto.

E così con la consapevolezza che in fondo abbiamo deciso di fare il miglior lavoro che potessimo scegliere andiamo a dormire contenti…

Condividi la tua opinione