fbpx

Lungomare Thessaloniki

In vacanza troviamo sempre l’occasione per aggiornarci. Questa volta la questione è particolarmente interessante per noi infatti abbiamo dedicato una mattina a visitare il Lungomare di Salonicco che di fatto rappresenta uno degli esempi più interessanti al mondo di riqualificazione di un lungomare.

Mentre noi iniziavamo il nostro di Lignano con il progetto nel 2010 qui erano già in fase di realizzazione del secondo lotto e completavano l’intera opera nel 2014.
Le dimensioni sono su per giù analoghe, o meglio questo è lungo 1 km in più, ma ha una larghezza analoga.

Poi è bello trovare una quantità di conferme nella scelta dei materiali come l`abbondante uso dei cementi in ghiaino lavato, il legno artificiale e la pietra. Anche il sistema di distribuzione a fasce è una conferma positiva.

Ma questo lungomare ha il grandissimo vantaggio di non avere alcuna macchina che ne compromette la fruibilità ed allo stesso tempo beneficia di alcuni, ben tredici, ampi giardini tematici che ne dilatano lo spazio verso la città.

Tutto questo crea una qualità ed articolazione di spazi davvero straordinaria offrendo davvero innumerevoli possibilità d`uso.

Anche in questo caso i progettisti hanno pensato, come noi, a delle fontane ludiche e non celebrative dove l’acqua diviene occasione di incontro e divertimento.

La memoria, rappresentata da alcune statue all`inizio del Lungomare stesso, viene evidenziata attraverso un metodo che di fatto appartiene al codice classico dell`architettura greca e cioè la creazione di una sorta di piedistallo che eleva il monumento separandolo dal contesto. Molto raffinato…

Insomma che dire un progetto interessantissimo condivisibile in tutte le sue scelte e che allo stesso tempo ci rallegra perché ci fa capire che abbiamo agito anche noi in modo logico e razionale.

Condividi la tua opinione