Ma quanto è il costo a fare una casa?

Bene… Allora nella puntata precedente Michele e Renata hanno scoperto le carte. O meglio ci hanno mostrato le carte e cioè una bozza di progetto che avevano elaborato nelle loro serate. Come saprete se avete letto il post siamo stati felici di vedere queste loro idee perché per noi rappresentano un importante punto di partenza se non lo avete letto andate qui.

Vi ricorderete anche che ci avevano tempestato di domande a cui noi avevamo cercato di rispondere immediatamente… se non ve lo ricordate leggete qui.

Ora come la maggior parte dei clienti consapevoli che il farsi una casa non è una passeggiata ma una faccenda seria tornano sulla domanda che mediamente, assieme ad un’altra, sta più a cuore a tutti.

Quanto è il costo per fare questa casa??”

E a noi la questione non dico terrorizzi, ma solitamente ci preoccupa non poco. Semplicemente perché la quantità di variabili di un progetto sono talmente tante che avere una certezza del genere senza aver ancora: fatto un progetto preliminare, fatto un definitivo, capito che tecnologia costruttiva utilizzare, fatto fare dei calcoli strutturali, sentito un paio di ditte… ci pare un filo azzardato… BUT

Proviamo a fare qualche minimo ragionamento con i nostri due nuovi potenziali clienti. Ragionamento sostanzialmente spannometrico tanto per provare ad inquadrare il tema.

Diciamo che realisticamente una casa nuova fatta bene è piuttosto difficile che costi meno di 1.500 euro al metroquadrato.

Avete presente un letto singolo?

Ecco dividetelo a metà e quella metà costa 1.500 euro.

Detto questo riprendendo in mano il disegno che ci hanno mostrato non si sta molto con un doppio decimetro a capire di quanti mezzi letti è fatta casa di Michele e Renata.

Ah scusate… non penserete mica che ve lo diciamo? Siamo mica matti ! Così potreste sapere quanti soldi vogliono spendere Michele e Renata. E poi come la mettiamo con la normativa sulla privacy, il GDPR, il Priorato di Sion che controlla tutto assieme ai Rettiliani?

Insomma prendiamo questi metri quadrati di sogno che avete li moltiplichiamo almeno per 1.500 e troviamo un costo abbastanza vicino alla realtà della casa.

Ma in realtà abbiamo costruito solo la casa e mica basta dobbiamo ancora fare tutto quello che sta fuori come: recinzioni, sistemazioni del giardino, forse uno spazio coperto per le auto, dei vialetti sempre per le macchine, un bel cancello e certamente tutte le reti interrate (luce, gas, acqua e fognatura). E sono cose che costano qualche decina di migliaia di euro messe tutte assieme.

Purtroppo per i clienti non è finita qui mentre fortunatamente per noi, che queste cose non le facciamo per hobby, fortunatamente non è finita qui.

Infatti ci sono le spese tecniche, tra cui gli architetti ma anche il rilievo di un geometra, le indagini geologiche, i calcoli strutturali, i progetti degli impianti, i calcoli delle dispersioni energetiche, il progetto acustico, la sicurezza, la direzione lavori, il collaudo statico, l’accatastamento, l’attestato di prestazione energetica, il progetto della linea vita. Insomma un sacchissimo di cose che porteranno via molto tempo a molti professionisti. Vedremo bene tutte queste cose nel dettaglio via via che andremo avanti con questo racconto.

Ora ci interessa solo capire che questa cosa ha un costo che mediamente può essere rappresentato da una percentuale complessiva di circa il 13/14 % del costo di costruzione di cui abbiamo parlato prima.

Non finisce qui perché ci sono un po’ di tasse. La prima delle quali sono quelle da pagare al Comune proprio per realizzare la casa che sono gli oneri di urbanizzazione e il costo di costruzione. Questo viene calcolato da ogni comune attraverso delle apposite tabelle sulla base della dimensione della casa.

Ed infine quello che si versa allo stato sotto forma di IVA che per le nuove costruzioni è agevolata al 4% per quello che riguarda la costruzione mentre per quello che attiene alle parcelle dei professionisti rimane l’IVA al 22% (per chi non è in regime forfettario che quindi non la emette) alle parcelle vanno sommate anche le relative casse previdenziali che sono del 4% sull’imponibile.

Insomma qualche conto si può fare…

Metri quadri di casa lordi (cioè l’area esterna della casa compresa dei muri) moltiplicata per 1.500. Aggiungete almeno una ventina di migliaia di euro per le opere esterne. A questo aggiungete il 4% di IVA. Riprendete il numero senza IVA moltiplicatelo per 14% ed ottenete le spese tecniche aggiungeteci un 22% di IVA. A tutto questo mettete sopra un 20.000 euro per le opere esterne e un 10.000 euro di oneri vari per la costruzione. Sommate qualche migliaia di euro per gli allacciamenti. Mettete un 10% di imprevisti. Oneri bancari, qualche notte insonne e forza e coraggio!!!

Ed avrete circa il costo per fare la casa che desiderate.

Guardate questa immagine prodotta dall’Ordine degli Architetti di Udine per orientarvi. In calce a questa mai tra le classiche lezioni del giorno troverte il link per scaricare il pdf.

quanto-costi-1 Ma quanto è il costo a fare una casa?

LA LEZIONE DI OGGI:

– Se volete potete fare il conto alla rovescia a partire dal vostro budget provare a risalire alla dimensione di casa che più o meno potreste riuscire a realizzare.

– Ricordate che i soldi che dovrete spendere per costruirvi una casa devono tenere conto anche delle spese tecniche dei molti professionisti che vi aiutereanno in questo processo.

– Ricordate che ci sono diverse tasse che dovrete pagare fatte di oneri, marche da bollo, versamenti di diritti di segreteria, tasse di accatastamento, casse previdenziali da pagare ai professionisti, IVA sia sulla costruzione che sulle parcelle.

– Potete se volete scaricare un comodo file PDF sviluppato dall’Ordine degli Architetti di Udine che vi permette di visualizzare in modo abbastanza chiaro quali sono i costi che dovrete affrontare. Lo trovate a questo link qui


Condividi la tua opinione