fbpx

Studio

Ogni tanto ed in particolare in questo periodo ci diciamo spesso che al mattino andiamo in “studio” e non in “ufficio” questo per ricordare a noi stessi che ogni mattina abbiamo l’impegno di aggiornarci e tenerci informati.

Il nostro mestiere, ma non solo in questa contemporaneità accelerata, la necessità di rinnovarsi costantemente nelle competenze e conoscenze da cui si nutre. Sono ormai lontani i tempi del “Manuale dell’Architetto” nel quale era contenuto tutto il sapere necessario allo svolgimento della professione.

Oggi ogni giorno c’è un nuovo materiale, ogni giorno una nuova normativa e poi serve essere aggiornati sui software che vanno conosciuti bene, serve avere un’infarinatura di economia ma bisogna anche avere delle competenze che ci permettano di comunicare il nostro lavoro sia con i media tradizionali che con quelli digitali. E poi serve guardare e rubare con gli occhi dal lavoro dei colleghi, serve ripassare la storia dell’architettura che non è mica iniziata ieri.

Serve studiare, è il bello di un mestiere che ha continue sorprese, è un impegno, è un modo per restare freschi.

In ogni caso diffidate da chi dice “Oggi vado in ufficio”.

Condividi la tua opinione