Opposti

Avremmo potuto mettere il più diffuso simbolo del Tai Chi, quello per intendersi con i due elementi bianco e nero che si compenetrano, lo Yin e lo Yang. Ma poi ci avreste preso per degli architetti fengshuisti new age… cosa che diciamocelo, cerchiamo di evitare in tutti i modi possibili.

E allora avete sto ritratto che probabilmente non siete stati in grado di riconoscere. E’ Eraclito. E forse non vi dice nulla. Bhe ripasso brevissimo, è un filosofo presocratico famoso tra le varie cose per la dottrina legata all’equilibrio degli opposti. Che insomma è la stessa questione di cui sopra senza passare per new age.

E perché tutto questo?

Perchè oggi si faceva un gioco di autodefinizione o meglio di analisi su come ci approcciamo al progetto in termini assoluti e Christian ha espresso così il suo pensiero:

Mi baso sul rapporto degli opposti cioè

non deve mai mancare e deve sempre essere sotto controllo il rapporto tra pieno e vuoto

non deve mai mancare e deve sempre essere sotto controllo il rapporto tra liscio e ruvido

non deve mai mancare e deve sempre essere sotto controllo il rapporto tra illuminato e buio

non deve mai mancare e deve sempre essere sotto controllo il rapporto tra alti e bassi

non deve mai mancare e deve sempre essere sotto controllo il rapporto tra fronte e retro

Troviamo che questi pochi principi e questa attitudine presocratica possa essere per noi una buona guida per mantenere la nostra rotta.

Condividi la tua opinione

WhatsApp chat