fbpx

Un pò di storia

michielizanatta.net – architetti rappresenta di fatto la versione contemporanea ed aggiornata di uno studio che nasce nei fatti più di settant’anni fa. Un percorso ininterrotto che pur mutando configurazioni ed assetti ha mantenuto nel tempo una continuità costante di ricerca ed attività nel mondo dell’architettura, variando linguaggi ed ambiti di influenza conservando allo stesso tempo sotto traccia un analogo approccio al progetto, ma soprattutto un modo di interpretare la figura ed il ruolo dell’architetto nonostante le mutate condizioni socio-economico-culturali che si sono avvicendate negli anni a partire dal boom post bellico fino alle più recenti crisi economiche.


L’inizio – Ernesto Michieli

E quindi tutto ha inizio con Ernesto Giuliano Michieli che si laurea all’Istituto Universitario di Venezia il 13.03.1946, dopo aver prestato servizio militare e due anni di prigionia che lo hanno profondamente segnato. Fonda il proprio studio a Udine lo stesso anno essendo tra i primi architetti operanti in città, numero d’iscrizione all’Ordine n°20!

Il suo lavoro è fortemente influenzato dal movimento moderno il cui linguaggio riversa nel suo lavoro, che grazie al felice contesto di ripresa economica può spaziare dalle costruzioni popolari per il progetto INA Casa fino ad importanti edifici edifici condominiali che ridisegnano lo skyline della città di Udine (1958 Edificio condominiale in piazza XX Settembre, 1961 Edificio condominiale “Torre” in Piazzale Cella) .

Condominio “Il Torre” in piazzale Cella a Udine

Riesce anche ad esprimersi anche alla scala più ampia attraverso la pianificazione urbanistica (1966 – Progetto urbanistico ed infrastrutturale della zona Grado Pineta (UD)),  e la progettazione di infrastrutture quali, strade, ponti ed attrezzature sportive (1959 Campo sportivo e piscina coperta in via Pradamano a Udine, 1961 Chiesa Parrocchiale su via Nazionale a S.Caterina Udine, 1964 Autostrada “variante eserna alla città di Udine”).

Edificio Residenziale in via Petrarca a Udine

E molte le ville private di cui cura sia la realizzazione che la progettazione degli interni inaugurando una specificità disciplinare che caratterizzerà lo studio dopo di lui.

Parallelamente alla professione di architetto, che purtroppo dura solo un trentennio, Ernesto si è affermato anche come artista. Noti nel mondo dell’arte i suoi acquerelli, si è dedicato in particolar modo alle tecniche dell’incisione riprendendo luoghi e zone caratteristiche di Udine e del Friuli, molto note nell’ambito regionale anche le sue cartelle dedicate : “Mulini immaginari” e “Le memorie di un Ottuagenario”.

Sue opere sono presenti alla Galleria d’Arte Moderna di Udine oltre che in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero, dove ha ricevuto consensi dai critici e dal pubblico. E’ stato curatore di una mostra dedicata al millenario della città di Udine.


MVA – Michieli&Visentini Architetti

Il figlio Cristiano si laurea a Venezia nel 1972 presso lo IUAV con il Prof.Ignazio Gardella con una tesi dal titolo “Il nuovo palazzo della Regione a Padova”. Nel 1974 entra assieme alla moglie Attilia Visentini, anche lei laureatasi a Venezia con il Prof.Valeriano Pastor, nello studio del padre Ernesto.

Condominio Simonetti a Udine

Nel 1976, a seguito dell’evento sismico in Regione, fanno entrambi parte dei gruppi di lavoro per il rilievo dei danni sismici nei Comuni di Moruzzo e Buia ed operano per conto della Sopraitendenza ai Beni Culturali al recupero di edifici e borghi storici nei Comuni di Artegna e di Torreano di Cividale.

Dopo questa esperienza, necessariamente intensa che li forma profondamente, inizia il loro lungo  lavoro di progettazione in ambito prevalentemente privato operando sia alla realizzazione di edifici di nuova costruzione di abitazione unifamiliare e condomini, sia al recupero di edifici esistenti.

Moltissime le ville private, che rappresentano il loro principale interesse, continuando la tradizione già iniziata da Ernesto a queste si affiancano alcuni interventi di particolare rilievo quali : 1985 Municipio di San Vito di Fagagna, 1989 Complesso residenziale “Nuova Paderno”, 1997 Ristrutturazione Palazzo Moretti in Piazzale Osoppo a Udine, 1999 Nuova sede dell’Ordine degli Avvocati di Udine presso il Tribunale di Udine, 2001 Edificio residenziale in Via Simonetti a Udine.

Municipio di San Vito di Fagagna (UD)

Tommaso

Hotel DOMINO a Jesolo con Studio +MA

Tommaso Michieli fin da subito cerca nuove strade per sviluppare il suo interesse per l’architettura indipendentemente dallo studio di famiglia. Inizia così già all’università, sempre lo stesso IUAV frequentato dai genitori e dal nonno, fondando con gli amici Raffaele Chiandussi e Francesco D’Asero lo studio +MA con il quale ha un’intensa, gioiosa e vulcanica attività (progetti, concorsi, workshop, mostre, conferenze) che tuttavia si conclude nel 2003, anno in cui lo studio si scioglie dopo aver partecipato alla Biennale di Architettura di Venezia del 2000 diretta da Massimiliano Fuksas o aver ottenuto il primo premio a pari merito per la riqualificazione di via Bafile a Jesolo o aver realizzato l’hotel DOMINO sempre a Jesolo.

Sempre da studente è curatore con Furio Barzon nel 2001 di “terra.trema: mostra di architettura digitale” a Gemona del Friuli ed autore assieme a Piero Faraguna del libro “New Made in Italy: 8 architetture parallele”. E’ co-direttore con Andrea Pinna del sito web under-construction.it dedicato all’architettura nei Paesi in Via di Sviluppo e ad una pratica della stessa più socialmente e ambientalmente sostenibile. Organizza attraverso il portale il ciclo di conferenze “altriMO[n]DI : il ruolo dell’architettura in un contesto globalizzato” presso l’Università di architettura G.D’Annunzio di Pescara.


michielizanatta.net – architetti

Ma è il 15.01.2004 il girono esatto in cui inizia la nostra storia, quella di michielizanatta.net- architetti, quando Tommaso assieme a Christian Zanatta si laureano in una tesi sull’Architettura Zero Cubatura, relatore il professor Aldo Aymonino correlatore Valerio Paolo Mosco.

Christian apporta allo studio nuova energia creativa ma soprattutto ne allarga i confini ampliando il raggio d’azione fino alla provincia di Treviso dove michielizanatta.net apre studio oltre alla storica sede udinese. 

I primi anni sono dedicati alla ricerca attraverso la pratica dei concorsi a provare forme, a prendere le misure, a capire cosa sono e cosa vogliono essere. Cominciano ad appassionarsi alle operazioni architettoniche, agli assemblaggi di moduli (Progetti di Casecontainer), alle stratificazioni di materiali, alla reinterpretazione di spazi dimenticati, agli interventi con alta dose di ironia, alla possibilità di coinvolgere i committenti in micro processi di autocostruzione (Punto Ristoro in Cartone sul Forte di Osoppo (UD)), alla sostenibilità ambientale, al lavoro sui confini tra gli spazi ed al controllo dell’energia che si scatena accostando materiali diversi.

Il 2006 è un anno importante a Giavera del Montello lo studio è impegnato nel restauro della Chiesa settecentesca; a Udine si classifica secondo al concorso internazionale per il “Recupero/riqualificazione dell’ex macello” (assieme allo Studio Zoppini e  Fgarchitetti). E’ invitato a sviluppare assieme ad altri importanti studi italiani (5+1AA, Metrogramma, Labics, alterstudio, Giovanni Vaccarini, Emilio Caravatti) un masterplan per il “Recupero delle aree marginali della Tangenziale di  Mestre”.

Concorso per la riqualificazione dell’ex macello udinese (2° classificato)

Nel 2007 avviene un primo tentativo di internazionalizzazione attraverso lo sviluppo di  diversi progetti in Nigeria. Tuttavia la situazione politica purtroppo degenera: i problemi del Paese sono ben superiori alle ambizioni di realizzare le clubhouses, gli uffici, le aree residenziali e i fast food progettati ed immaginati e tutto si ferma.

Barriere del Nuovo Passante di Mestre

Tra il 2008 e il 2009 ritorna sopra al tavolo un pezzo di territorio veneto già studiato, di questi anni il progetto e la realizzazione dei caselli e delle barriere del Passante Mestre; il masterplan per il recupero del centro storico di Mogliano Veneto. In parallelo la realizzazione di un’enoteca-ristorante nel centro storico di Udine la PepatadiCorte. Luogo che ben presto  diventerà la  nuova base operativa durante le pause pranzo.

Memorabile per michielizanatta.net il 2010. Anno in cui lo studio vince assieme a Proger,  Archest e la seste engineering di Aldo Aymonino il bando per la progettazione completa del nuovo Lungomare Trieste a Lignano Sabbiadoro.

2011-2012 La prima esperienza nella costruzione di un’abitazione in legno con la tecnologia X-lam. Inizia un rapporto con l’azienda Gandelli srl di Torino per la quale viene sviluppato un concept di abitazioni modulari denominato GHouse che viene declinato anche in una versione a basso costo destinata al mercato africano in particolare per il Mozambico.

Di questi anni anche il progetto per una piccola dependance a Pavia di Udine. Un progetto che per la sua particolarità genera accesi dibattiti tra i passanti nel piccolo comune.

Nel 2014 assieme a FG architetti lo studio vince e si occupa del progetto di riqualificazione di  Villa Valentinis a Collalto di Tarcento.

Progetto per il Nuovo Lungomare Trieste a Lignano Sabbiadoro (UD)

Il 2017 è l’anno delle partenze Dopo sette anni iniziano i lavori per il Nuovo Lungomare di Lignano Sabbiadoro. Dopo cinque anni iniziano i lavori per la “Zolla”, un edificio commerciale sulla via Nazionale “Pontebbana” a Reana del Rojale (UD). Dopo quattro anni lo studio riprende in mano la discussa dependance a Pavia di Udine e la completa trasformandola in un’ampia villa. michielizanatta.net  offre il proprio servizio nell progetto per Medici per l’Africa CUAMM di un poliambulatorio ad Arquata del Tronto a supporto delle popolazioni colpite dal sisma.

Il 2018 è il primo anno da quarantenni. Alcune cose, dopo molti anni di lavoro, iniziano a concretizzarsi. Il Lungomare Trieste inizia a prendere forma con la realizzazione di un primo tratto significativo.

Nuovo Lungomare Trieste a Lignano Sabbiadoro (UD)

Una storia varia che si articola  in oltre 70 anni di attività, con momenti ricchi di soddisfazioni ed intensi ed altri più complessi ma tutti sempre caratterizzati dalla costante passione per l’architettura nelle sue diverse sfaccettature.

Condividi la tua opinione

Ebook

Lavorare

con michielizanata.net se hai delle curiosità sul percorso per progettare la tua casa